Torna a Eventi FPA

Speakers

Paolo Petralia Camassa

Petralia Camassa

Paolo, classe ‘93 nasce ad Erice.
Si diploma al liceo scientifico Fardella di Trapani, nel quale ricopre il ruolo di Rappresentante degli Studenti negli ultimi due anni del suo percorso scolastico, sino al diploma.
Da sempre appassionato di politica, fin dall’adolescenza, a 13 anni ha già la sua prima tessera di partito.
Nel 2011 approda nella città meneghina per frequentare il corso di Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano.
Durante la sua carriera universitaria è anche editore ed autore della rivista L’Alligatore (La Rivista degli Studenti di Giurisprudenza della Statale di Milano), oltreché fondatore, co-direttore e speaker del programma radiofonico “Legality” in onda sulla Web-Radio "Radio Statale", incentrato su temi di politica nazionale e internazionale.
Contestualmente organizza presso l’Università milanese diverse conferenze incentrate sul contrasto alla criminalità organizzata.
Nel 2015 collabora con il National Conflict Resolution Center di San Diego (USA).
Si laurea nell’aprile del 2017.
Successivamente si trasferisce a Ginevra dove consegue il Master in Affari Internazionali presso il Graduate Institute of International and Development Studies (CH).
Nel 2018 è assistente parlamentare presso il Parlamento Europeo, a Bruxelles (BE).
Nel 2019 collabora con l’Ufficio Affari Istituzionali presso l’Eurojust all'Aia (NL).
Nel marzo 2020 viene nominato Assessore nella giunta di Leoluca Orlando con le seguenti deleghe: Sport, Innovazione, Relazioni Internazionali, Politiche Giovanili e Rapporti Funzionali con SISPI.

Questo relatore nel programma congressuale

mercoledì, 16 Dicembre 2020

10:00
12:45

FORUM PA CITTÀ 2020[Forumpa Città_20]

Sala:

FORUM PA Città - Presentazione della Ricerca ICity Rank 2020 from FPA on Vimeo.

Il 2020 è stato per le città – come luoghi di concentrazione delle sfide globali e delle opportunità di crescita e di innovazione - un anno “iconico”, mostrando la rilevanza degli enti di prossimità nella gestione della crisi pandemica, ma anche mettendo in luce nuove “fragilità” proprio nelle città più avanzate dal punto di vista economico e della capacità attrattiva.

I comuni hanno mostrato una capacità adattiva e di reazione senza precedenti, erogando, ad esempio, più di 400 milioni di buoni spesa in pochissimi giorni, ma anche attivando rapidamente reti di solidarietà con il coinvolgimento delle forze di protezione civile e del volontariato locale per il sostegno alle categorie più vulnerabili, accelerando importanti processi di digitalizzazione per garantire continuità ai servizi essenziali e non essenziali.

Lo smart working attivato nella prima ondata e poi consolidato con quote sempre più consistenti nella seconda ondata ha avviato processi di ri-disegno delle geografie territoriali, che rendono molto meno nette le dicotomie territoriali di centro e periferia, grandi polarità e aree interne, nord e sud.

Al termine di quest’anno straordinario, FORUM PA Città si candida a divenire il luogo digitale ideale di riflessione sui cambiamenti in atto e sulle sfide e i trend emergenti in grado di caratterizzare il futuro delle città e del modo di vivere e di concepire la vita urbana.

Nell’ambito della manifestazione saranno presentati i risultati della ricerca ICity Rank 2020, in un’edizione completamente rinnovata.

Tenendo conto delle particolari contingenze, piuttosto che il ranking tradizionale, basato sull’analisi di 6 ambiti di policy, la ricerca propone un approfondimento della dimensione della trasformazione digitale, registrando il posizionamento dei capoluoghi attraverso dati e indicatori aggiornati al 2020.

Nell’ambito dell’evento, in collaborazione di Enel X, un digital talk sarà dedicato alla riflessione sulle soluzioni abilitanti per l’implementazione di modelli integrati di presidio territoriale e di strategie e interventi data driven, attraverso le tecnologie di rete.

Riflettere sul futuro delle città significa riflettere sul modello di sviluppo che si intende perseguire, in uno scenario trasformato e già condizionato dall’accelerata dell’altra “sfida pandemica”- che è quella dell’emergenza climatica - per la quale tutti sono chiamati a mobilitarsi e ad agire come player di cambiamento.

Torna all'elenco dei Relatori